Come abbiamo scritto la guida

Pubblicato il (Aggiornato il )
Lettura 1 min.

Per poter scrivere l’intera guida, il progetto prevedeva la mappatura di due cammini: il cammino francese e il cammino di Finisterre.

Al rientro quindi dalla seconda spedizione per la rilevazione dei dati necessari a Pietro Scidurlo e Luciano Callegari per scrivere la Guida al cammino di Santiago per tutti, bisognava ordinare tutta la documentazione raccolta.   In particolare:
– sistemare le tracce GPS provvedendo a ripulirle e rettificarle quando necessario
– ascoltare tutte le registrazioni vocali effettuate
– esaminare la montagna di foto scattate
– creare sulle tracce un punto di interesse per ogni informazione individuata (bar, fontana, farmacia, supermercato, albergue, ecc.).   In totale abbiamo censito migliaia di punti.
– rivedere, completare e catalogare le schede di tutti gli albergues visitati

Inizia quindi il lungo lavoro di scrittura delle tappe della guida, di creazione delle altimetrie, di scrittura delle pagine introduttive, di selezione delle foto. L’obiettivo era quello di consegnare all’editore il materiale prodotto all’inizio di dicembre 2014.

A tal fine, Pietro e Luciano hanno condiviso parecchio tempo insieme tra Somma Lombardo e Sarzana, lavorando duramente per 3 mesi e mezzo, mettendo a dura prova i propri sensi, i rapporti sociali, il proprio fisico.

Dietro la scrittura di una guida di un cammino c’è molto di più di quanto si può pensare: ci sono persone che dedicano lunghi periodi della loro vita per permettere ad altri di seguire le antiche Vie, a passo lento. Come una volta.